Sistemi di antintrusione cablati

SISTEMI DI ANTINTRUSIONE CABLATI.

Gli impianti di allarme cablati, detti filari, sono gli impianti più diffusi, le varie apparecchiature che compongono il sistema sono collegate tra loro tramite cavi elettrici.

Gli apparati presenti nei sistemi di allarme vengono solitamente gestiti e controllati in modo centralizzato, tramite una centrale elettronica di controllo.

Compito della centrale è quello, di attivare tutti i dispositivi di allarme.

Un altro aspetto da evidenziare è la flessibilità intrinseca nei sistemi di allarme: uno stesso impianto può essere suddiviso in più aree, potendo così gestire ogni zona in modo autonomo in termini di politiche d'accesso.

Alla centrale antifurto sono collegati gli organi sensori per rilevare le intrusioni. In caso di allarme la centralina mette in atto le azioni per cui è stata programmata:

  •      Attivazione delle sirene interne ed esterne, per creare una situazione di panico nell'intruso e diffondere l'allarme.
  •      Attivazione di avvisatori (combinatori telefonici) preposti ad inviare un messaggio di tentata intrusione ad una sequenza di numeri telefonici programmati (cellulare, forze dell'ordine o istituto di vigilanza)

 

I sensori dell'impianto di sicurezza, da cui la centrale riceve le informazioni costituiscono una categoria molto vasta, i vari sensori utilizzati nei sistemi di allarme possono essere combinati in uno stesso sistema, al fine di generare allarmi in presenza di un singolo evento oppure in presenza di più eventi correlati.

Sia per uso civile che industriale i sistemi vengono suddivisi in:

  •      impianti di allarme volumetrici: attraverso l'utilizzo di varie tecnologie (rilevatori ad infrarosso, rilevatori a doppia tecnologia, microonde) gli stessi rilevano il movimento di un corpo all'interno di un ambiente.
  •      impianti di allarme perimetrali da interno: vengono utilizzati contatti, microfoni e micro barriere per difendere dall'apertura o dallo scasso porte, portoni, finestre, persiane e tapparelle;
  •      impianti di allarme perimetrali da esterno: difendono terrazzi, giardini, balconi, recinzioni e aree esterne.